La personalità di un gatto può essere influenzata dalla sua razza? Uno studio dice di sì

Gianmarco Bonomo image
di Gianmarco Bonomo

23 Giugno 2024

Unsplash

Rispetto a quanto avvenuto con i cani, la selezione delle diverse razze di gatti domestici è spesso avvenuta sulla base esclusiva delle loro caratteristiche estetiche. E per quanto riguarda il loro carattere? Ecco, secondo alcuni ricercatori la personalità di un gatto può essere influenzata dalla sua razza: vediamo come!

Uno studio per capire se la personalità di un gatto può essere influenzata dalla sua razza

Il colore del mantello, la lunghezza del pelo, l’assenza di pelliccia, la coda molto corta e le orecchie piccole sono tutte caratteristiche associate a specifiche razze feline. Come dicevamo nell’introduzione, la selezione da parte degli umani ha privilegiato l’estetica dei gatti piuttosto che le loro espressioni caratteriali. Eppure, secondo uno studio, c’è una connessione fra la genetica di un gatto e la sua personalità: ma qual è?

Per scoprirla, un team di ricercatori ha intervistato quasi 6000 proprietari di gatti e analizzato 40 diverse razze feline. La domanda a cui trovare una risposta è molto semplice: la diversità caratteriale fra i gatti è dovuta soltanto alle influenze ambientali oppure anche alla genetica? Insomma: se già molti allevatori riportano di razze esteticamente simili che si comportano in modo simile, è necessario che anche uno studio scientifico si occupi della questione.

Influenze della genetica sul carattere di un gatto

Unsplash

risultati della ricerca sono stati abbastanza chiari, e per certi versi sorprendenti: l’eredità genetica, che si esprime anche in determinate caratteristiche fisiche, è correlata anche alla personalità di un gatto. Da questo punto di vista, non si tratta certamente di sminuire il ruolo del carattere individuale, della socializzazione e delle esperienze di vita. Eppure, oltre a questi aspetti anche la razza felina influenza il comportamento di un gatto adulto.

La scoperta dei ricercatori non serve però soltanto a comprendere meglio il mondo dei gatti domestici e la loro personalità. In aggiunta, ha anche due finalità molto più pratiche:

  • Da una parte, si tratta di un monito per gli allevatori e per le pratiche di allevamento dei gatti di razza. Risulta importante valutare molto bene anche le caratteristiche caratteriali di un gatto adulto, perché potrebbero essere trasferite alla cucciolata.
  • Dall’altra parte, si tratta di un suggerimento per scegliere la razza di gatti giusta: basandosi sul comportamento e sulla salute, oltre che sui tratti estetici, è possibile permettere al gatto di adattarsi meglio all’ambiente domestico.

Le prospettive dello studio nella comprensione della personalità dei gatti

Al netto dei vantaggi di una migliore comprensione della personalità dei gatti, uno degli obiettivi della ricerca è quello di sensibilizzare le persone su questi animali domestici e sulle pratiche di allevamento. Selezionare una razza esclusivamente per i tratti estetici, come per esempio avvenuto con il gatto Sphynx, rischia di portare a problemi di salute e, come adesso sappiamo, anche comportamentali.

Ovviamente, la soluzione non è quella di cessare del tutto l’allevamento o non scegliere più un gatto in base al suo aspetto. Soltanto, è possibile trovare un nuovo animale domestico considerando anche la sua personalità e i suoi tratti caratteriali, così da offrirgli qualità della vita e benessere. D’altronde, lo dice anche la scienza: varrà la pena ascoltarla, no?